Lavanda (Lavandula Officinalis)

La lavanda è sicuramente la pianta aromatica più conosciuta, diffusa ed apprezzata. Fa parte delle piante aromatiche mediterranee di cui a breve parleremo nel nuovo mini-corso che si terrà qui. Le sue proprietà sono ben note fin dalla notte dei tempi, ma il suo ingresso ufficiale nella medicina fitoterapica risale al XVIII secolo, in cui viene definita "pianta cefalica" ossia particolarmente indicata per le cefalee. In realtà la Lavanda ha infinite applicazioni.
Ha un'azione sedativa, eupeptica, fluidificante, diuretica e antisettica.
Il suo uso è quindi indicato per combattere le conseguenze dello stress come ansia, insonnia, mal di testa, pressione alta. Indicata inoltre in caso di punture d'insetto e ustioni e nelle infezioni delle vie respiratorie e urogenitali.  
Nell'aromaterapia per il riequilibrio dei chakra e nelle pratiche yoga di  YogAroma® il suo utilizzo è consigliato dal terzo chakra in su. Quindi dal chakra del Plesso solare (Manipura), a quello del cuore (Anahata), della Gola (Vishudda), del Terzo occhio (Aina) per arrivare al Centro Coronale (Sahasrara). Da solo o in abbinamento ad altri oli complementari scelti di volta in volta secondo esigenze specifiche e contingenti. 


lavandajpg